0 Flares Filament.io 0 Flares ×

"L'altro giorno mi sono trovato di fronte ad una interessante definizione: "Un cristiano è qualcuno che rende più facile agli altri credere in Dio".
Mi ha fatto riflettere perché molte volte proprio noi cristiani abbiamo reso difficile agli altri credere in Dio. Quando non siamo coerenti, quando predichiamo amore ma non lo pratichiamo, quando siamo solo "chiacchiere e distintivo", invece di rendere più facile la ricerca del divino al prossimo, diventiamo per lui pietra d'inciampo. Siamo pronti a lasciarci usare da Dio per riflettere la sua luce verso gli altri o siamo specchi troppo sporchi perché si possa vedere qualcosa di Lui in noi?" (Omar.Stroppiana.)


Ruben

Ruben, Nato a Luino (varese) il 19-giugno-1991. Convertito al vangelo il: novembre 2008 all'età di 17 anni. Servo il Signore predicando la Parola come "predicatore" nella mia assemblea(Luino) e ,di tanto in tanto, anche in altre assemblee evangeliche. Dal 2010 servo il Signore usando la mia passione (informatica) ho quindi aperto il sito internet: www.semplicementelavorando.it

1 commento

Nicolas · 4 Maggio 2012 alle 17:37

"Ma ho questo contro di te: che hai abbandonato il tuo primo amore. Ricorda dunque da dove sei caduto, ravvediti, e compi le opere di prima; altrimenti verrò presto da te e rimoverò il tuo candelabro dal suo posto, se non ti ravvedi." (Apocalisse 2:4-5).
Quando dimentichiamo le nosre origini a pargarne il prezzo potrebbe essere anche la testimonianza e le nuove conversioni…Dio potrebbe togliere il Suo candelabro ottenebrando le menti di coloro che hanno bisogno dell'amore di Dio…la testimonianza non va avanti e le chiese che Cristo ha comprato con il Suo prezioso sangue si estinguono…fratello Omar quanto è vero il tuo pensiero…DTB!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×