0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Lo scoraggiamento può ostacolare ma non potrà mai fermare il piano vittorioso di Dio. Gedeone combatté contro 100.000 soldati nemici col suo esercito di 300 uomini, i quali ottennero una vittoria schiacciante tanto da lasciarne solo 15.000 in vita. Dopo la vittoria, alcuni dei suoi fratelli gli chiesero: “‘Perché ti sei comportato in questo modo con noi, non chiamandoci quando sei andato a combattere contro Madian?’ Ed ebbero con lui un’aspra contesa” (Giudici 8:1).

Il popolo stesso di Gedeone metteva in discussione la sua leadership, le sue decisioni, le sue motivazioni e le sue azioni. Alcune delle nostre lotte più sconfortanti e logoranti spesso non sono nel campo di battaglia della vita ma fra la comunione dei fratelli. A volte i nostri stessi fratelli e sorelle ci scagliano contro delle accuse e sembrano trovare molto di cui lamentarsi. Ci aspettiamo cose simili dai nostri nemici, ma possiamo essere colti di sorpresa quando un nostro fratello ci accusa violentemente.

[pullquote]Tu non mi lascerai mai, anche se la notte è buia…[/pullquote]

Gedeone non era scoraggiato, distratto, né la sua fede venne meno; anzi, quando venne messo in discussione, rimase in battaglia! Mi piace quanto fece: “Che ho fatto io a vostro confronto?” (8:2). Gedeone stava dicendo ai suoi accusatori: “Cosa sono le mie vittorie rispetto alle vostre?” Invece di infuriarsi e di litigare con loro, Gedeone fece quello che aveva fatto Nehemia quando costruì le mura e i suoi nemici gli dissero: “Scendi qui. Dobbiamo discutere di quello che stai facendo”. Nehemia rispose ai suoi nemici: “Non ho tempo per discutere di quello che sto facendo; sono troppo impegnato a farlo” (vedi Nehemia 6:1-9).

[pullquote]Tu non mi lascerai mai, quando il vento soffia forte…[/pullquote]

La Bibbia dice che Gedeone e i suoi 300 uomini “…arrivò quindi al Giordano e lo passò…benché stanchi, essi continuavano a inseguire il nemico” (Giudici 8:4). Gedeone decise di tornare alla guerra contro il nemico. Attraversò il fiume e si reintrodusse nella battaglia alla quale Dio l’aveva chiamato.

Quando vivi la missione che Dio ti ha chiamato a compiere; quando non ti lasci scoraggiare o dissuadere da quello che ti dicono gli altri; quando si tratta della tua santa ambizione a fare quello che Dio ti ha chiamato a fare, questo diventa la tua vittoria.

Rimani concentrato sulla tua battaglia, resta concentrato sulla tua chiamata, e Dio ti darà la vittoria!

Vogliamo lasciarvi anche con una bellissima canzone che parla di come Dio non ci abbandona mai, tanto meno nelle nostre battaglie!



Ruben

Ruben, Nato a Luino (varese) il 19-giugno-1991. Convertito al vangelo il: novembre 2008 all'età di 17 anni. Servo il Signore predicando la Parola come "predicatore" nella mia assemblea(Luino) e ,di tanto in tanto, anche in altre assemblee evangeliche. Dal 2010 servo il Signore usando la mia passione (informatica) ho quindi aperto il sito internet: www.semplicementelavorando.it

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×