No comments yet

A tavola con Gesù

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

“Uno dei farisei lo invitò a pranzo; ed egli, entrato in casa del fariseo, si mise a tavola. Ed ecco, una donna che era in quella città, una peccatrice, saputo che egli era a tavola in casa del fariseo, portò un vaso di alabastro pieno di olio profumato; Il fariseo che lo aveva invitato, veduto ciò, disse fra sé: «Costui, se fosse profeta, saprebbe che donna è questa che lo tocca; perché è una peccatrice». e, stando ai piedi di lui, di dietro, piangendo, cominciò a rigargli di lacrime i piedi; e li asciugava con i suoi capelli; e gli baciava e ribaciava i piedi e li ungeva con l’olio. E Gesú, rispondendo gli disse: «Simone, ho qualcosa da dirti». Ed egli: «Maestro, di’ pure». «Un creditore aveva due debitori; l’uno gli doveva cinquecento *denari e l’altro cinquanta. E poiché non avevano di che pagare condonò il debito a tutti e due. Chi di loro dunque lo amerà di piú?» Simone rispose: «Ritengo sia colui al quale ha condonato di piú». Gesú gli disse: «Hai giudicato rettamente». E, voltatosi verso la donna, disse a Simone: «Vedi questa donna? Io sono entrato in casa tua, e tu non mi hai dato dell’acqua per i piedi; ma lei mi ha rigato i piedi di lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. Tu non mi hai dato un bacio; ma lei, da quando sono entrato, non ha smesso di baciarmi i piedi. Tu non mi hai versato l’olio sul capo; ma lei mi ha cosparso di profumo i piedi. Perciò, io ti dico: i suoi molti peccati le sono perdonati, perché ha molto amato; ma colui a cui poco è perdonato, poco ama». Poi disse alla donna: «I tuoi peccati sono perdonati». Quelli che erano a tavola con lui, cominciarono a dire in loro stessi: «Chi è costui che perdona anche i peccati?»”     (Vangelo secondo Luca 7.36-50)

C’è molta differenza tra invitare a casa una persona e presentare anche ospitalità.

Vediamo infatti che a casa del fariseo arrivò anche una donna e pur essendo una peccatrice ( come viene detto nel testo) vediamo che ospitò Gesù mostrando amore verso di Lui.

Simone non mostrò l’ospitalità come la donna fece, versando olio profumato di alabastro di grande valore, molto costoso, bagnando i piedi con le sue lacrime, asciugando con i suoi capelli; la donna baciava e ribaciava i piedi di Gesù.

Queso è un vero segno d’amore! Oltre ad una grande ospitalità.

Vediamo che Simone (il fariseo) penso: “costui, se fosse profeta, saprebbe che donna è questa che lo tocca, perchè è una peccatrice.” E subito Simone puntò il dito su questa donna senza guardare ciò che stava facendo ma si soffermò nel vedere quanti peccati ha commesso!

Ma forse questa persona non si rendeva conto che lui non era più giusto di quella donna.

Così Gesù doveva far riflettere Simone e li fece notare che la donna non solo ha mostrato ospitalità ma ha dato molto di più! Lei aveva compreso chi aveva davanti: Gesù Cristo il Salvatore invece Simone mise in dubbio anche chi fosse Gesù dicendo: ” Costui, se fosse profeta…” Beh… Gesù era addirittura molto più che un profeta.

E’ il Salvatore, che salva in base alla fede che abbiamo verso di Lui, proprio come la donna!

Infatti Gesù le disse: “La tua fede ti ha salvata, va in pace.”

Non guardiamoci intorno e non guardiamo i peccati o i passi falsi altrui perchè anche noi pecchiamo ma andiamo davanti a Dio in preghiera. Questa donna era in lacrime davanti a Lui. Chiediamo quindi perdono per i nostri peccati!

Egli prende i nostri pesi al posto nostro e ci libera da ogni peccato ma solo se abbiamo fede in Lui!!

Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me.” Apocalisse 3:20

Il Signore Gesù bussa ancora oggi alla porta del nostro cuore apriamoGli e non comportiamoci come Simone ma come quella donna che lodò Gesù!

Post a comment

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×